Una Fiera delle professioni un po’ diversa dal solito: quest’anno, l’8^ Fiera delle professioni e della formazione continua di Basilea si è tenuta online. In totale, erano presenti più di 12‘400 visitatrici e visitatori in fiera e sono state tenute 48‘943 conversazioni in chat e via telefono con 45 aziende espositrici. Ovviamente era presente anche l’apprendistato@ETAVIS: dal 19 al 21 novembre 2020 siamo stati presenti “in loco” ogni giorno con due apprendisti e due formatori professionali e abbiamo informato gli interessati sulle nostre professioni e sulla nostra idea di formazione professionale. Il nostro stand rimane online fino a fine dicembre e può essere visitato in qualsiasi momento.

2-2

(Nella foto in alto a sinistra: gli apprendisiti Marvin Hamouche, Silas Fischer, Michelle Fellmann e il formatore professionale Domenico Pieri; in basso a sinistra con: direttore della formazione professionale Patrick Bossard; in basso a destra: apprendista Pongrac Arnoth in chat)

Il progetto pilota è stato un successone

Al momento, quasi tutta la vita è spostata in ambito digitale e ci si sta abituando gradualmente alle lezioni online e alle videochiamate da remoto. Ma fino ad ora non vi era mai stata un fiera delle professioni online in Svizzera. La nuova piattaforma è stato il progetto pilota dell’associazione di categoria di Basilea Città e il team intorno alla responsabile del progetto, Aline Freier, era pertanto «molto curioso di vedere come sarebbe stato accolto il formato e se gli scambi avrebbero effettivamente funzionato.»

È stato possibile risolvere i problemi tecnici e le altre limitazioni

Tuttavia, gli alti tassi di accesso e i numerosi feedback positivi delle aziende espositrici e dei visitatori di ambo i sessi confermano che la prima Fiera delle professioni online è stato un successone e «che nel complesso la fiera online ha funzionato bene», ha riassunto Aline Freier nel Report dell’associazione di categoria di Basilea Città. La prima versione della Fiera delle professioni online è stata naturalmente pensata anche per rilevare le possibilità di miglioramento e i punti deboli, come ad esempio le restrizioni informatiche tecniche vigenti in alcune scuole o le interferenze imprevedibili dei gestori di rete.

Bilancio positivo della Fiera delle professioni online anche da ETAVIS

Problemi tecnici di tale natura non emergerebbero naturalmente in una fiera concreta e anche l’offerta della videochat non è stata sfruttata al massimo dai giovani visitatori: il nostro apprendistato@ETAVIS ha condotto circa 30 conversazioni in chat. pertanto, è risultato evidente che la piattaforma online non può sostituire al 100% una «visita in fiera vera e propria». Per molti, un vero colloquio personale è sicuramente più facile e ha ancora più probabilità di essere accettato dai giovani rispetto a una videochiamata con un'azienda. Tuttavia, l’offerta digitale ha fornito a 12'400 interessati e 162 classi scolastiche una prospettiva e una piattaforma di scambio al fine di riflettere sul proprio futuro professionale in un momento già di per sé difficile.

Siamo pertanto molto lieti degli oltre 650 visitatori di ambo i sessi che hanno visitato finora il nostro stand fieristico digitale e ringraziamo l’associazione di categoria Basilea Città per questo progetto pilota. Gli interessati hanno la possibilità ancora fino al 31 dicembre 2020 di visitare il nostro stand fieristico virtuale: venite a trovarci!

Besuchen Sie den  virtuellen Messestand der ETAVIS

Lascia un commento